Archivi tag: Paolo Biondani

Telecom Italia, un anno passato inutilmente. Ancora sul rapporto Deloitte

Standard

Pensavamo che quest’anno l’assemblea di Telecom Italia – archiviati i tempi d’oro in cui era addirittura intervenuto Beppe Grillo, a beneficio dei tiggì dell’una – non avrebbe regalato emozioni ai giornalisti. E invece, i vertici del gruppo stamane hanno annunciato a sorpresa l’avvio dell’azione di responsabilità nei confronti di Riccardo Ruggiero, ex amministratore delegato del gruppo, e dell’ex vicepresidente Carlo Buora. Più precisamente, «ha posto in essere un atto interruttivo della prescrizione, propedeutico all’esercizio dell’azione sociale di responsabilità, che sarà inserita all’ordine del giorno in apposita assemblea» nei confronti di Buora per la vicenda della security e di Ruggiero per le sim false.

Nessuna misura nei confronti di Marco Tronchetti Provera. Come si legge in questo articolo di Paolo Biondani pubblicato sull’Espresso di questa settimana, i termini nei confronti dell’ex presidente si sarebbero prescritti nel settembre 2011, cinque anni dopo le dimissioni. Lo ha detto anche Franco Lombardi di Asati in assemblea, nessuno lo ha smentito.

Quello che è strano è che un anno fa qualche pezzo del rapporto Deloitte era filtrato. E quei piccoli pezzi, che avevo avuto modo di leggere, non dicevano granché: sembrava anzi che alla Deloitte non fosse stato possibile fare delle indagini invasive, e che l’esito di tali indagini non avesse fatto emergere elementi a favore di un’azione di responsabilità nei confronti degli ex manager.

Un’ipotesi avvalorata dalla risposta del cda alla richiesta di un’azione di responsabilità: tutti contrari, con l’unica voce dissenziente rappresentata dal consigliere indipendente Luigi Zingales, che però non aveva votato a favore dell’azione ma si era limitato ad astenersi.

A distanza di un anno, grazie all’articolo di Biondani – che evidentemente ha potuto consultare l’intero rapporto Deloitte e non solo delle piccole parti di esso poco rappresentative del tutto – viene fuori che gli elementi per l’azione c’erano. Tanto che  il rapporto è stato messo agli atti delle indagini della Procura di Milano, che ha recentemente chiuso l’inchiesta sulle sim false (per la quale è già caduta, il 5 maggio scorso, la testa di Luca Luciani)

Un anno è passato inutilmente, e nel corso di quest’anno i termini per l’azione nei confronti di uno dei top manager si sono prescritti. Un po’ dispiace di essere stati presi in giro.

Annunci